Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Le figlie di Giulia
Le figlie di Giulia

Le figlie di Giulia

by Massimo Battaglio
pubblicato da WLM

14,45
17,00
-15 %
17,00
Disponibile a partire dal 21/08/2018.
29 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Torino 1848: sullo sfondo dei moti patriottici, Massimo Battaglio disegna la vicenda di Lucia Maria, nome preso a prestito da una canzone popolare, una ragazza di campagna che fugge dalle conseguenze di un torto subito nel bosco del re. In città trova riparo e conforto presso la Marchesa di Barolo. Giulia Colbert, vedova senza prole impegnata in opere caritatevoli, amministra Le Forzate, il carcere femminile che Carlo Alberto ha affidato alle sue cure, e il Rifugio, un istituto per il recupero delle ex detenute gestito assieme alle suore di Santa Maria Maddalena. La presenza di Lucia Maria rischia di compromettere tutto, perché a corte c'è chi cerca un pretesto per tornare a metodi reazionari oppure vorrebbe carceri pubbliche, o è pieno d'invidia. Con l'aiuto degli amici Silvio Pellico, Cesare Balbo, Federigo Sclopis, don Cafasso e suor Gerbi, cerca una soluzione; Cavour è fuori città. Per caso Lucia Maria rivede Pietrino, un compagno di giochi, e solo ora si rende conto d'esserne innamorata. E emigrato a Torino e si è lasciato coinvolgere nell'avventura dell'oratorio di Don Bosco. Vittorio Emanuele è un principe indolente. Su tutti loro incombe la prima guerra d'indipendenza...

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici , Romanzi e Letterature » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Wlm

Collana Italicae historiae

Formato Brossura

Pubblicato 23/09/2016

Pagine 208

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788897382324

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Le figlie di Giulia fil.cassano

Filippo Cassano - 19/01/2017 10:18

voto 5 su 5 5

Grande Massimo. Davvero un bel libro. Ci conosciamo da anni e aver letto questa tua opera è stata una bella esperienza. Fluido nello stile, piacevole nello svolgersi della storia. E quando si arriva al finale (che di primo acchito potrebbe apparire accelerato e frettoloso) si comprende tutta la delicatezza e l'abilità con cui hai affrontato questo lavoro, rinunciando alle facili emozioni e puntando su un'essenzialità che lascia al lettore il compito di dare il giusto senso alle vicende narrate. Al centro del libro c'è Lina e la sua storia. Tuttavia considerarla "LA" protagonista del libro sarebbe riduttivo della sua ricchezza. Sì, perché sebbene la sua vicenda sia (come logico) costantemente sullo sfondo, questo libro è di più: - riflessioni storiche e sociali sul periodo Sabaudo che si incastonano perfettamente nello svolgersi dei capitoli; - un affresco sulla religiosità dei Santi Sociali torinesi, da Cafasso a Bosco; - spunti e cenni sui protagonisti politici e sociali del periodo dei moti rivoluzionari. Tutto dimostra il grande lavoro di studio delle fonti che hai compiuto. Ed anche in quei casi in cui non mi sono ritrovato d'accordo con alcune interpretazioni (le ritengo tali, ma magari sono frutto di quelle fonti di cui accennavo sopra), ho vissuto questi stridi come altrettanti "interrogativi" sui quali mettersi in discussione e mai con fastidio. Ci conosciamo da troppi anni perché tu non mi conceda anche di muovere un piccolissimo appunto. A mio personale gusto, ho trovato meno sviluppata l'analisi introspettiva e psicologica di Lina; soprattutto se comparata con la trattazione di altri personaggi tipo Giulia o lo stesso don Cafasso... Intendiamoci: non è che non ci sia. Visto il suo ruolo, forse, mi sarei aspettato qualche riflessione in più. Talvolta ho avuto la sensazione che il personaggio sia restato (volutamente?) nascosto e in ombra. Come vedi, poca cosa questo appunto. Sono stato davvero soddisfatto di questa lettura nel periodo natalizio: una piacevolissima sorpresa che consiglierei di sperimentare a tutti.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima