Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Libere di sapere. Il diritto delle donne all'istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo
Libere di sapere. Il diritto delle donne all'istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo

Libere di sapere. Il diritto delle donne all'istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo

Alessia Lirosi
pubblicato da Storia e Letteratura

Prezzo online:
17,10
18,00
-5 %
18,00
Disponibile.
34 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp

La storia del diritto delle donne all'istruzione e il secolare pregiudizio riguardante le capacità razionali del cosiddetto 'sesso debole' non sono mai stati finora oggetto di una trattazione sistematica. Partendo dalla questione della formazione femminile nella storia dell'Europa e soprattutto in quella italiana tra XVI e XX secolo, la prospettiva si allarga a tutto il contesto mondiale, prendendo in esame le principali conferenze e i documenti internazionali e regionali sul tema, dalla Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948 alla Piattaforma di Pechino del 1995.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia sociale e culturale » Periodi storici » Storia moderna (1450-1700 ca.) » Storia del XX e XXI secolo , Politica e Societ√† » Donne » Questioni femminili » Studi di Genere e gruppi sociali » Donne

Editore Storia E Letteratura

Collana Argomenti

Formato Libro

Pubblicato 30/01/2016

Pagine 346

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788863728804

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Libere di sapere. Il diritto delle donne all'istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo"

Libere di sapere. Il diritto delle donne all
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima