Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Irene vuole essere felice, e quando il suo matrimonio inizia a zoppicare se ne va. Nicola è solo, confusamente addolorato dalla morte di una donna che aveva smesso di amare da tempo. Anche lui, come Irene, è mosso da un'assoluta urgenza di felicità. Anche lui vuole un amore e sa esattamente come vuole che sia fatto.
Sarebbero destinati a una grande storia, se solo s'incontrassero una volta nel bistrot che frequentano entrambi. Ma il caso vuole che ogni volta che Nicola arriva, Irene sia appena andata via.
Se le vite di Nicola e Irene non s'incontrano fino alla fine, le loro teste invece s'incontrano furiosamente nelle pagine di questo libro: i pensieri, le derive, il sentire - quell'impasto inconfondibile di toni alti e bassi, riflessivi e comici - si richiamano di continuo, sono ponti gettati verso il nulla o verso l'altro. Forse, verso l'attimo imprevisto in cui la felicità finalmente abbocca: perché se lo lasci passare, quell'attimo, te ne vai con la curiosa ma lucida impressione d'esserti appena giocato la vita.

La nostra recensione

In amore succede, a volte, di ‘mancarsi’ anziché, come bocce di bigliardo che corrono una verso l’altra, toccarsi e allontanarsi in direzioni opposte. È quello che accade a Irene e Nicola, entrambi, senza conoscersi, sono in fuga da un matrimonio sfiorito: Irene ha lasciato il marito che non ama più, Nicola ha perso la moglie in un incidente proprio nel momento in cui il buco nero dell’incompresione li stava inghiottendo. Irene e Nicola si mancano perché sono alla ricerca della lora autentica presenza nel mondo, ma anche perché semplicemente non riescono a incontrarsi, pur frequentando lo stesso bistrot e sedendo sempre allo stesso tavolino. Ma in momenti diversi. Sempre un po’ prima o un po’ dopo: è quello che fa la differenza e cambia tutto. Attraverso il racconto di questo continuo e superfluo sfiorarsi Diego De Silva, con una scrittura attenta a ogni fenomeno, descrive le esistenze parallele di due persone che potrebbero amarsi, essere felici, assecondare pienamente il desiderio di contatto se solo avessero la possibilità di incrociare i loro sguardi. Mancarsi è un breve intenso denso ritratto dell’amore, di quella traccia di esistenza che ci riconduce sempre a un’origine, a quell’inizio che ci protegge e ci aiuta e ci assiste quando la mancanza può finalmente trasformarsi in possesso. Ci piace questo De Silva intimo ma non chiuso, osservatore penetrante senza essere sentenzioso, e che sa conservare quell’ironia che è sua caratteristica di altre prove narrative, e che qui, con sfumature emotive, si insinua nella vita di Irene e Nicola, ritraendoli in squarci fulminei nella loro delicata fatale posizione d’attesa.
Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore Einaudi

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 02/01/2013

Lingua Italiano

EAN-13 9788858407080

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Mancarsi"

Mancarsi
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima