Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Giro d'Italia, 30 maggio 1999. Marco Pantani arriva primo sul traguardo ad Oropa. Una vittoria ottenuta a dispetto della sfortuna che lo ha appiedato all'inizio della salita, ma che non gli ha impedito di andare a riprendere e staccare a uno a uno gli avversari in una rincorsa mozzafiato. All'arrivo, confuso tra la folla in delirio, c'è don Fausto, grande tifoso del Pirata. Da quell'impresa leggendaria, che a tutti sembrava impossibile, troverà la forza di affrontare quello che fino a poco prima anche a lui sembrava impossibile: abbandonare la tonaca e sposare Sandra, dalla quale aspetta un figlio. Ma quando nasce Marco, affetto da sindrome di Down, Fausto vede il segno di una punizione divina e, travolto dal senso di colpa, abbandona la famiglia. 14 febbraio 2004. Fausto è a Rimini per rincontrare Sandra e Marco proprio il giorno in cui Pantani viene trovato morto in un residence. E ancora una volta la sua vita cambierà.

Dettagli

Generi Sport » Ciclismo

Editore Ediciclo

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 14/07/2014

Lingua Italiano

EAN-13 9788865495353

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Nel nome di Marco michic

martina stanziani - 07/05/2014 12:01

voto 4 su 5 4

Questa è la storia di un prete, Fausto, appassionato di ciclismo. Più precisamente di Marco Pantani,il Pirata. Un prete che prima di tutto è uomo e prova dei sentimenti, forti,incontrollabili, trascendenti da ogni suo controllo. Un uomo di chiesa, eppure innamorato di una donna, Sandra. Forse questo accade perchè è la prima a considerarlo e ascoltarlo come uomo e non solo come prete. Anche se è quasi impossibile trovare una ragione per spiegare il motivo per cui un sentimento d'amore nasce in una persona. Ancor più difficile se questo è un prete. Fausto è confuso, diviso tra la vita ecclesiastica e l' amore irrazionale per Sandra. Attraverso le vicende che si susseguono, i rapporti che cambiano, le verità che vengono a galla, Fausto compie una sorta di viaggio interiore alla scoperta del suo Io. Scritto in modo scorrevole, ci si immedesima nella mente e nella vita di questo uomo che si trova a mettere in discussione la vita che ha sempre vissuto con la realtà dei suoi sentimenti. A confondere le acque e mettere in difficoltà il nostro protagonista, ci sarà anche l' arrivo di un figlio handicappato. Un prete con un figlio e pure handicappato? Che sia una punizione divina per ciò che ha commesso, lasciandosi andare ai suoi sentimenti e disobbedendo alle regole della Chiesa,che l'ha cresciuto e accolto? Marco Pantani, ciclista inarrestabile, in queste pagine è al culmine della sua carriera. Diventa un esempio per Fausto che si trova alle prese con fatiche e problemi ben più ardui di una salita in bicicletta. Come capire quale sia la decisione più giusta da prendere? Come poter accettare un bambino "diverso" e riconoscerlo come proprio? Cosa fare della propria vita? Ad aiutare Fausto,sarà proprio il Pirata. Con la sua morte sconvolse il mondo del ciclismo e degli sportivi, ma allo stesso tempo ha fornito a Fausto i giusti elementi per capire molte cose su sè stesso, permettendogli di fare scelte e prendere decisioni in modo più consapevole. Tematiche un po' scomode e difficili da trattare,vengono qui sviscerate e analizzate in modo esemplare e Marziani, ancora una volta dimostra la sua sensibilità e capacità di caratterizzare a fondo e in modo molto umano i suoi personaggi.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima