Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Pamphlet politico e futuribile prossimo venturo di assoluta cifra inattuale dell'autore, Benito Guerrazzi, blogger al suo primo libro. Ha infatti bombardato letteralmente Ferrara postcomunista, quella del PD cattocomunista per intenderci specchio del PD attuale in via di estinzione, ancora al potere però (estate 2018) nella pur storica città d'arte. PD e catto-post-comunisti, bollliti... e bollati dall'autore (sintetizzando) come partito in caduta libera dalla scomparsa di Berlinguer e lo stesso Lama, ipocrita e anti-italiano (e antiferrarese) per la sua politica pro Immigrati. Partito fermo al novecento ideologico e arretrato sul piano conoscitivo elettronico e postweb. Partito pseudointellettuale radical chic e incapace come farebbe oggi  lo stesso Gramsci di captare nel divenire storico attuale  la nuova cultura popolare della rivoluzione populista e anti-post politica in corso in Italia. (Asino Rosso)

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Populist Revolution. Ferrara e la morte della sinistra"

Populist Revolution. Ferrara e la morte della sinistra
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima