Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Scrivere fa bene. Il potere terapeutico della scrittura: tradurre in parole le emozioni

Giada Cipolletta
pubblicato da Dario Flaccovio Editore

Prezzo online:
13,99

Le parole hanno il potere di distruggere e di creare, le puoi colorare, rendere maiuscole o minuscole, dubbiose, puoi sospenderle o affermarle perentoriamente. Le parole imprimono il tuo presente, il tuo adesso emozionale, ti fanno rivivere il passato per affrontare al meglio il futuro. Questo è scrivere: vivere nel tempo. Scriviamo sempre di più e, sempre di più, lo facciamo per gli altri, alterando strategicamente tono, stile e contenuto per esigenze di comunicazione. A volte però perdiamo il contatto con i nostri pensieri e le nostre emozioni più vere. In Scrivere fa bene la parola ritorna a essere espressione delle tue emozioni, un veicolo di introspezione, un flusso spontaneo, un atto di libertà. Un viaggio alla scoperta del potere taumaturgico della scrittura espressiva per tradurre le emozioni in parole, con il supporto di psicologia e neuroscienze e molti esercizi pratici, per imparare ad accoglierti, conoscerti, abbracciarti e liberarti, grazie alla danza delle dita che si muovono sulla tastiera.

Dettagli

Generi Scienza e Tecnica » Medicina , Lingue e Dizionari » Guide alla scrittura , Politica e Società » Comunicazione e Media » Guide alla scrittura

Editore Dario Flaccovio Editore

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 16/06/2020

Lingua Italiano

EAN-13 9788857912165

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Scrivere fa bene. Il potere terapeutico della scrittura: tradurre in parole le emozioni"

Scrivere fa bene. Il potere terapeutico della scrittura: tradurre in parole le emozioni
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima