Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Non ci sono terroristi buoni da perdonare e terroristi cattivi da far tornare in galera, non ci sono nuovi colpevoli da assicurare alla giustizia, c'è soltanto un periodo della nostra storia che è costato la vita di molti e che va ancora chiuso e chiarito. Se la nostra democrazia fosse forte e sicura come tutti la vorremmo, potrebbe chiudere i conti, assegnando a ciascuno la giusta e legittima collocazione. Antonello De Stefano è il fratello di Manfredi De Stefano, condannato a 28 anni e 4 mesi per l'omicidio del giornalista Walter Tobagi e morto in carcere nel 1984. La discussa sentenza di quel processo - che rimise subito in libertà gli esecutori materiali, perché collaboratori di giustizia, e colpì ben più severamente coloro che ebbero un ruolo di supporto - ha lasciato aperte per quasi 40 anni troppe domande.L'autore ha deciso di intervenire su quelle domande col trasporto che gli viene dal suo coinvolgimento personale e da una buona dose di passione civile, consultando le fonti disponibili e le carte processuali. Lo fa in maniera ragionativa, né prettamente narrativa, né giornalistica. Non sposa la "teoria del complotto" ma invoca il legittimo sospetto che - in questa come in altre vicende italiane - il ruolo di forze interne agli apparati dello Stato non sia stato sempre onesto e trasparente: come nel caso delle lobby e delle logge che ancora si agitano in fondo all'oscuro Vicolo Tobagi.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia d'Italia e delle Regioni italiane » Storia d'Italia

Editore Editrice Zona

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 16/03/2018

Lingua Italiano

EAN-13 9788864387628

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Vicolo Tobagi"

Vicolo Tobagi
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima