Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Volevo essere una farfalla. Come l'anoressia mi ha insegnato a vivere

Michela Marzano
pubblicato da Mondadori

Prezzo online:
10,45
11,00
-5 %
In omaggio uno zaino waterproof
11,00
In omaggio uno zaino waterproof
Disponibile.
21 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Michela Marzano è un'affermata filosofa e scrittrice, un'autorità negli ambienti della società culturale parigina. Dalla prima infanzia a Roma alla nomina a professore ordinario all'università di Parigi, passando per una laurea e un dottorato alla Normale di Pisa, la sua vita si è svolta all'insegna del "dovere". Un diktat, però, che l'ha portata negli anni a fare sempre di più, sempre meglio, cercando di controllare tutto. Una volontà ferrea, ma una costante violenza sul proprio corpo. "Lei è anoressica" le viene detto da una psichiatra quando ha poco più di vent'anni. "Quando finirà questa maledetta battaglia?" chiede lei anni dopo al suo analista. "Quando smetterà di volere a tutti i costi fare contente le persone a cui vuole bene" le risponde. E ha ragione, solo che è troppo presto. Non è ancora pronta a intraprendere quel percorso interiore che la porterà a fare la pace con se stessa. "L'anoressia non è come un raffreddore. Non passa così, da sola. Ma non è nemmeno una battaglia che si vince. L'anoressia è un sintomo. Che porta allo scoperto quello che fa male dentro. [...] Oggi ho quarant'anni e tutto va bene. Perché sto bene. Cioè... sto male, ma male come chiunque altro. Ed è anche attraverso la mia anoressia che ho imparato a vivere. Anche se le ferite non si rimarginano mai completamente. In questo libro racconto la mia storia. Pensavo che non ne avrei mai parlato, ma col passare degli anni parlarne è diventata una necessità." (L'autrice).

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Volevo essere una farfalla. Come l'anoressia mi ha insegnato a vivere lauraaa.00

lauraaa.00 - 18/03/2020 16:40

voto 4 su 5 4

Questo libro,scritto da Michela Marzano,può essere considerato come unopera autobiografica , dal momento che tratta del suo passato . Lautrice , da giovane, fu colpita dallanoressia; la donna affronta questo argomento affermando che non è una malattia e che nessuno,perfino il suo amato padre, poteva aiutarla in quel momento. Il rapporto con questultimo ha spesso causato insicurezza in lei, poichè ha sempre vissuto in funzione del padre: doveva essere sempre la migliore nello studio e pur di non tradire il padre ha sacrificato la sua libertà, la sua vita; e tutto ciò si è ripercosso anche nella sua vita sentimentale da adulta. La filosofa dichiara che tutto il suo passato , soprattutto la fase dellanoressia, lha aiutata molto nella sua crescita psicologica ;infatti, successivamente ha deciso di pubblicare la sua storia, nonostante tutti i familiare non fossero daccordo , per ostentare tutto il suo percorso. Questo romanzo può interessare,soprattutto,sia agli appassionati di filosofia che a quelli di psicologia; ai primi perché, la donna, essendo specializzata in questo campo, dà molte riflessioni sulla vita ,spesso citando molti filosofi importanti come Kant e Nietzsche. Invece, ai secondi perché è molto evidente la sua crescita psicologica negli anni e come gli avvenimenti dellinfanzia lhanno segnata fortemente.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima