Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il tennis come esperienza religiosa

David Foster Wallace
pubblicato da Einaudi

Prezzo online:
6,99

Negli anni della giovinezza e prima di diventare forse il piú grande innovatore della letteratura americana contemporanea, David Foster Wallace si è a lungo dedicato al tennis, entrando nelle classifiche regionali e sfiorando la fama che ha saputo costruirsi altrove, e con ben altri esiti. E il tennis è rimasto una delle sue grandi passioni, tradotta in pagine memorabili, da Infinite Jest a Tennis, Tv, trigonometria e tornado. Fino a questi due grandi saggi, qui raccolti insieme per la prima volta e dedicati rispettivamente a Roger Federer e a un'epica edizione degli Open, ma anche a mille altre cose: lo scontro omerico tra il talento e la forza bruta, tra la bellezza apollinea di una volée perfetta e gli interessi economici «sporchi» che ruotano intorno a ogni sport; il mistero ineguagliabile di uno sport che sembra basato su una moltiplicazione geometrica delle variabili, ma che, in fondo, si riduce al confronto di un atleta con se stesso e con i propri limiti, tra solipsismo e trascendenza. Il tutto, nella lingua immaginifica e inimitabile che i fan di David Foster Wallace hanno imparato da tempo a conoscere e amare.

La nostra recensione

Autore di culto di Infinite Jest, da molti considerato il più grande scrittore della sua generazione, morto suicida nel 2008 al culmine di un percorso esistenziale e letterario geniale e tormentato, David Foster Wallace negli anni giovanili fu anche tennista di buon livello, una passione che lo accompagnò per tutta la vita e che ha lasciato tracce evidenti nei suoi libri. Questo piccolo pamphlet sul suo amore per il tennis, una speciale compassione empatica, testimonia quanto per Wallace questo sport avesse in comune con la scrittura: attività solitarie, imperniate sull'estro, sull'improvvisazione ma anche sulla disciplina e sul rigore.
In queste pagine emerge la sua straordinaria curiosità per ogni piega dell'agire umano, in particolare nel saggio su Roger Federer, nel cui gioco sofisticato e strabiliante riconosce una bellezza cinetica che incanta, una poesia in movimento che, come le parole, avvince e meraviglia. 'Momenti Federer' li chiama, un'intensa esperienza interiore, un'esaltazione della bellezza, per spiegare la quale ricorre al mistero e alla metafisica, lo stesso mistero e la stessa metafisica che alimentano la scrittura imprevedibile e geniale di Wallace: un corpo fatto di carne e luce, il cui risultato è armonia sopraffina. Come queste pagine, che non parlano solo di tennis, ma anche di comportamenti, eventi, azioni, di una dimensione umana che l'occhio attento dello scrittore scruta con ironia, attratto dalla sua bellezza, eppure cosciente della sua imperfezione.
Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Storia e Critica letteraria » Opere di consultazione

Editore Einaudi

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 04/09/2012

Lingua Italiano

EAN-13 9788858406403

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il tennis come esperienza religiosa"

Il tennis come esperienza religiosa
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima