Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La vigilia di Caporetto. Diario di guerra (1916-1917)
La vigilia di Caporetto. Diario di guerra (1916-1917)

La vigilia di Caporetto. Diario di guerra (1916-1917)

by Silvio D'Amico
pubblicato da Giunti Editore

8,26
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

La "guerra" di cui Silvio d'Amico scrive in questo "diario" inedito fino a oggi è la Prima guerra mondiale, quella che nel sangue, nella pausa e nel lutto diede concreta unità al nostro Paese.
D'Amico, che è stato scrittore e romanziere, ma anche il critico che fra gli anni Venti e gli anni Cinquanta ha rappresentato la coscienza intellettuale più avvertita del teatro italiano, visse da giovane padre l'esperienza di trincea; e quella esperienza fu per lui un'urgenza morale da non mettere per nessun motivo in discussione.
Cattolico praticante, polemizzò contro il pacifismo del Papa. L'inquietitudine di questo "diario", dove appaiono indimenticabili tanti avvisi di commilitoni, è radicata in un conflitto dove un uomo non smette mai di fare i conti con se stesso e col significato della propria verità. Di qui, come scrive Giovanni Raboni nella prefazione, "un romanzo involontario" conquistato con "un equilibrio davvero e compiutamente umano, giorno dopo giorno e frase dopo frase".

Dettagli

Generi Politica e Società » Guerra e difesa , Storia e Biografie » Storia dell'Europa » Storia militare » Periodi storici » Storia del XX e XXI secolo » Storia d'Italia e delle Regioni italiane » Storia d'Italia

Editore Giunti Editore

Collana Novecento italiano

Formato Illustrato

Pubblicato 01/01/1996

Pagine 304

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788809209107

Prefatore Giovanni Raboni

torna su Torna in cima