Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Prima Guerra Mondiale, i libri del centenario italiano

Le storie dei protagonisti, i romanzi e le ricostruzioni più complete per conoscere meglio la Grande Guerra

di Antonella Sbriccoli
aggiornato il 22 maggio 2015

Sono trascorsi esattamente centouno anni dallo scoppio della Grande Guerra, il più imponente conflitto armato mai combattuto fino a quel momento. Coinvolse oltre 65 milioni di uomini provenienti da 30 Paesi di tutto il mondo e segnò la fine di un'epoca, in cui si era creduto che la scienza e il progresso avrebbero tracciato magnifiche e pacifiche sorti per l'umanità. Tra il 28 luglio 1914 e l'11 novembre 1918 tutto cambiò. Fu una guerra di strategie e di nuove tecnologie, ma soprattutto di uomini, baionette e trincee. Ci furono battaglie memorabili e terribili, raccontate, tra gli altri, da Gabriele D'Annunzio, Giuseppe Ungaretti, Ernest Hemingway. In 1569 giorni l'Europa bruciò un'intera generazione e crollarono gli imperi tedesco, austro-ungarico, ottomano e russo. L'Italia dichiarò guerra all'Austria il 24 maggio 1915, entrando così nel conflitto dopo un anno di neutralità. Quasi mezzo milione di soldati si diressero verso il confine con l’Impero Austro-Ungarico, ex alleato e ora nemico da combattere.
Ecco qualche flash di quel conflitto, per conoscerlo e non dimenticarlo oggi.

1915: l'Italia va in trincea Tutti

Disponibile in 4-5 giorni

voto 0 su 5
24,00 €
-5%
19,90 € 18,90 €
-5%
24,00 € 22,80 €
-5%
22,00 € 20,90 €

Per un quadro d'insieme Altri libri

La Grande Guerra fu lo sbocco finale della corsa agli armamenti perseguita dalle principali potenze europee (in particolare dalla Germania), il frutto avvelenato dell'imperialismo. Davvero si trattò di un conflitto inevitabile?

Alle origini del conflitto

Il 28 luglio 1914 l'Impero austro-ungarico dichiara guerra al Regno di Serbia in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo-Este, avvenuto il 28 giugno 1914 a Sarajevo. Due gli schieramenti in campo: da una parte gli Imperi centrali (Germania, Austria-Ungheria, Impero ottomano) e la Bulgaria (dal 1915) e dall'altra le potenze Alleate rappresentate principalmente da Francia, Regno Unito, Impero russo e Italia (dal 1915). Il mondo di ieri era appena terminato. 

La grande Guerra raccontata ai bambini  

product name
- 5 %
14,00 € 13,30 €
- 5 %
14,00 € 13,30 €

L'Italia in guerra, questo libro, è una macchina del tempo che trasporta i ragazzi di oggi al 24 maggio 1915, quando l'Italia entrò in guerra contro l'Austria, e prima ancora al 28 giugno 1914, all'attentato di Sarajevo, fino al 4 novembre 1918, il giorno della vittoria dopo anni di massacri. Spiega le cause e gli eventi casuali che incendiarono l'Europa; racconta le battaglie e la vita quotidiana nelle trincee, sulle montagne, in città, nei campi di prigionia; mostra gli oggetti, le divise, le armi, gli aerei, le navi, i sommergibili; percorre luoghi legati per sempre a memorie insanguinate: l'Isonzo, il Piave, il Carso, le Alpi, Caporetto, Vittorio Veneto. Soprattutto, questo libro-macchina del tempo ci fa ascoltare le voci dei protagonisti, politici e generali, soldati semplici e ufficiali, scrittori e persone comuni, al fronte e a casa, immergendoci in una realtà che ci appare lontana - la guerra totale - ma che non deve essere dimenticata. Età di lettura: da 9 anni.

Romanzi e memorie di oggi sulla prima Guerra Mondiale  

-5%
18,00 € 17,10 €

La melodia di Vienna

Ernst Lothar

Libri

-5%
18,00 € 17,10 €
-5%
12,00 € 11,40 €

Presagio

Andrea Molesini

Libri

-5%
12,00 € 11,40 €

La guerra degli scrittori di ieri  

 
torna su Torna in cima